Itinerario per un weekend a Londra: Southbank, Little Venice e Hampstead

Volete creare un itinerario per un weekend a Londra e siete alla ricerca di idee? Qui trovate i miei consigli per trascorrere due giornate perfette, tra esperienze tipicamente british e itinerari originali, pensati per chi conosce già la Londra classica.

Quando conosco bene una città, inizio a tornarci spesso per scoprire ogni volta una zona nuova. In questo modo, un pezzettino alla volta, cerco di capire meglio la città, mischiandomi il più possibile alla gente del posto.

Altra cosa che adoro è visitare le città nel weekend. Durante la settimana si viene quasi travolti dai ritmi frenetici della città. Nel weekend invece tutto è più lento. Si può passeggiare in un parco e vedere i londinesi godersi veramente Londra, fare shopping nei mercati, pranzare con un ricco afternoon tea e non rischiare di essere travolti dalle folle nella Tube.

Ecco tutte le cosette che ho fatto a Londra lo scorso weekend e che consiglio a chi voglia godersi un weekend rilassato e un pò più londinese 🙂

Sabato

Borough Market

Io adoro Southbank, semplicemente. Ormai sta diventando una zona turistica, ma è molto vissuta anche dai londinesi (ne parlo anche in un altro post).

Si può passeggiare lungo il Tamigi e scoprire uno ad uno tutti i ”tesori” della zona, dalla Tate Modern al Globe, passando per la cattedrale di Southwark. Oppure addentrarsi un pò, anche solo per guardarsi intorno.

Southbank mi piace perché è la zona più storica della città e oggi è uno strano mix di antico e moderno. Vecchi edifici in mattoni si mischiano a grattacieli di cui non si vede la fine, pietra e vetro, passato e futuro.

Una tappa imperdibile a Southbank è il coloratissimo Borough Market, ormai vera e propria attrazione di Londra.

E’ un mercato alimentare in cui si trova di tutto: frutta e verdura, specialità gastronomiche da mezzo mondo, dolci, pane, spezie, fiori.

C’è anche una parte più piccola con banchi di street food da tutto il mondo, in caso capitiate in zona all’ora di pranzo…

Anche la struttura del mercato è molto bella…guardate in su!

Una volta che avrete finito di fotografare, comprare e assaggiare, visitate la Cattedrale di Southwark che è proprio di fianco al Borough Market e che è il vero gioiello della zona.

Afternoon Tea a The Swan at Shakespeare’s Globe

La letteratura sul rito del tè inglese è piuttosto ampia: Afternoon tea, High tea, Club man tea, Winter tea, Summer tea…confesso che pur essendomi documentata faccio ancora un pò di confusione 🙂

Il senso è che il tè va sempre bene e ormai forse nemmeno gli inglesi sono più tanto rigidi sull’orario in cui gustarlo.

Io volevo provare il classico afternoon tea, quello servito con l’alzatina ricolma di mini sandwich, scones e dolcini vari. Secondo la tradizione andrebbe servito tra le 16 e le 17, ma molti locali lo propongono anche a partire dall’ora di pranzo.

A Londra si può perdere una giornata per scegliere il posto perfetto per il rito del tè. Esistono veri e propri ”santuari, come l’Hotel Ritz o altri grandi hotel e ristoranti di lusso.

Io ho scelto The Swan, il ristorante del Globe Theatre, nel cuore di Southbank. E’ un locale delizioso, su due piani, con una vista incantevole sul Tamigi e sulla cupola di St.Paul.

Non è particolarmente turistico ma è molto frequentato quindi assicuratevi di prenotare, soprattutto nel weekend.

The Swan serve un afternoon tea a tema shakespeariano, chiamato Midsummer Night’s Dream Afternoon Tea. Il servizio è eccellente ed è davvero la pausa perfetta per riposarsi un pò in un ambiente raffinato ma non esageratamente pomposo.

Se siete fortunati, potrebbero essere in ritardo con la cottura degli scones e offrirvi anche un bel calice di prosecco per scusarsi dell’attesa 🙂

Il tutto non è precisamente cheap: circa 30 sterline a testa, ma per gli afternoon tea a Londra è assolutamente nella media.

Cena in un pub storico

Un altro obiettivo di questo viaggio era cenare in uno dei tanti pub storici della città.

Ho scelto The Blackfriar, perchè mi ispirava molto ed era anche comodo da raggiungere. E’ proprio di fronte alla stazione della Tube Blackfriars, ed è un piccolo palazzo ad angolo che ricorda il Flatiron Building di New York.

All’interno è davvero carino e molto particolare. C’è una saletta con il soffitto ricoperto di mosaico dorato e incisioni che raccontano la storia dei frati in abito nero che popolavano questa zona qualche secolo fa. Pare che il locale sia stato ristrutturato interamente a inizio ‘900 ma mantiene comunque un certo fascino.

Che dire? Si bevono cose da pub e si mangiano cose da pub. Ve lo consiglio per una cena veloce e poco impegnativa.

Non dimenticate che tutti i pub a Londra chiudono alle 23 e alle 22:30 chiude la cucina. Su questo gli inglesi non fanno eccezioni.

Domenica

Passeggiata a Little Venice

La passeggiata che da Little Venice porta a Regent’s Park e poi a Camden Town è la cosa migliore da fare a Londra in una domenica primaverile.

La fermata della Tube è Warwick Avenue, linea Bakerloo. Arrivati lì andate a sinistra e in 5 minuti vi troverete sul ponte da cui inizia la passeggiata. E’ il punto da cui partono le gite in battello. Se volete andare a piedi girate subito a sinistra in Maida Avenue, e poi potrete semplicemente proseguire sempre dritto, costeggiando il canale.

Non c’è niente di particolare, ma il paesaggio è insolito e molto pittoresco. Ci sono i barconi sul canale, ognuno con il suo giardinetto privato, alcuni abitati. Le ville e i giardini che ci sono in questa zona sono splendide, forse solo quelle meriterebbero la passeggiata.

In più si respira relax puro: gente che corre, gente con il cane, famiglie a passeggio con i bimbi.

Pochissimi turisti (per ora…).

Arrivati a Regent’s Park potete decidere se proseguire a piedi fino a Camden Town, costeggiando tutto Regent’s Park e Primrose Hill. In tutto è una camminata di circa un’ora.

Hampstead Heath e Parliament Hill

Dopo una breve sosta al Camden Lock Market ho proseguito fino ad Hampstead Heath, un parco enorme spostato verso nord. Non so quante energie abbiate, ma io a questo punto consiglio di prendere la Tube o un autobus. Hampstead Heath non è così vicina come sembra sulla mappa 🙂

Anche in questo caso la zona residenziale attorno al parco è molto carina, e ci sono una serie di luoghi di interesse che meritano una visita.

Io sono stata alla casa del poeta John Keats, che è stata trasformata in un piccolo museo che racconta la storia della sua sfortunatissima vita. Ve lo consiglio perchè è uno di quei piccoli gioielli, con pochi visitatori e un’atmosfera quasi magica. Anche le casette attorno sono incantevoli. Mi sono persa a sbirciare dentro i giardini scattando mille foto…

Terminate il giro entrando dentro al parco e raggiungendo Parliament Hill, la collina da cui si vede tutta Londra. Da qui vi renderete conto di essere parecchio lontani dalla città. La vista dei grattacieli da questa oasi verde è impagabile.

L’hotel perfetto

Anche l’hotel ha la sua importanza, soprattutto se siete a Londra solo per un weekend.

Il Mad Hatter Hotel a Southbank è appena diventato il mio hotel del cuore a Londra.

Vince per posizione (centralissima, a due passi da Tube Southwark e Blackfriars), rapporto qualità-prezzo e charme.

Una camera costa circa €160 a notte, che non è poco ma per il centro a Londra è un prezzo normale. Ha camere grandi, bagno spazioso, colazione à la carte inclusa, tè, caffè e biscotti in camera tutti i giorni, servizio in camera gratuito.

L’hotel era una vecchia fabbrica di cappelli, da cui il nome, e pur essendo stato rimodernato conserva il fascino di un tempo. Sotto c’è il pub, in cui gli ospiti possono cenare e fare colazione. Non è troppo battuto quindi non preoccupatevi della confusione.

itinerario per un weekend a Londra

Mad Hatter Hotel

Indirizzi

Swan at Shakespeare’s Globe

21 New Globe Walk

Tel.: +44 20 7928 9444

Blackfriar Pub

174 Queen Victoria St

Tel.: +44 20 7236 5474

Mad Hatter Hotel

3-7 Stamford St

Tel.: +44 20 7401 9222

 

 

Getmewings

Getmewings

2 commenti

  • Girovagandoconstefania
    3 aprile 2017 a 21:59

    Che carina little venice 🙂 Hai proposto proprio degli itinerari molto belli ed alternativi, adatti secondo me a chi già ha visitato Londra e desidera vedere altre cose.

    • Getmewings
      Getmewings
      4 aprile 2017 a 12:00

      Grazie! 😀 Si, Londra è piena di zone tutte da scoprire, spesso anche più belle della Londra classica che conosciamo più o meno tutti. Little Venice è come un piccolo mondo parallelo, incantevole.

Leave a Comment