Bangkok in un giorno

Ciao a tutti!

Oggi andiamo in Asia e vi racconto il mio itinerario per visitare Bangkok in un giorno.

Bangkok è una delle megalopoli più particolari al mondo. Io ci sono stata l’estate scorsa durante un viaggio di due settimane in Thailandia. Non ero mai stata in Asia prima e sono contenta di aver scelto la Thailandia come prima meta perchè nulla ha deluso le mie aspettative: storia e cultura da scoprire (soprattutto per noi europei che mediamente sappiamo ben poco dell’Oriente), spiagge bianche e mare cristallino con acqua a 28°, una cucina che anche i più diffidenti sapranno apprezzare, e poi loro…i thailandesi: senza dubbio il popolo più cortese ed ospitale che abbia incontrato fino ad ora! Bangkok è semplicemente sconfinata quindi non è umanamente possibile pensare di esplorarla in poco tempo. Io ci ho passato solo tre giorni, e qui vi propongo le cose migliori da fare per avere un vero assaggio di Thailandia anche in poche ore.


9 AM Alla ricerca di Buddha

La visita del Palazzo Reale e dei templi circostanti è una tappa obbligata e consiglio di farlo in mattinata non solo per combattere il caldo (che in Thailandia può essere insopportabile!), ma perchè la maggior parte dei templi chiude nel primo pomeriggio.

E’ fondamentale avere gambe e braccia coperte per accedere ai templi, quindi provvedete con un abbigliamento idoneo, altrimenti è possibile noleggiare dei vestiti in loco, ma la fila è lunga e i 35°C non aiutano l’attesa 🙂

Piccola nota – i thailandesi sono persone splendide ma voi siete pur sempre turisti e loro devono pur sempre curare i loro ‘interessi’: se all’ingresso dei templi (ci sono diverse entrate) vi vedete fermare da un simpatico vecchino con un sorriso a due o tre denti che vi invita a tornare ad un altro orario perchè il tempio sta chiudendo, non fidatevi e scegliete semplicemente un altro ingresso. Molto probabilmente vi vorrà accompagnare da un suo amico che casualmente guida un tuc-tuc (mezzo assolutamente da provare!) e che altrettanto casualmente si offrirà di farvi fare un giro della città a un prezzo stracciato e, sempre per puro caso, sceglierà di portarvi a fare shopping di gioielli e tessuti nel bazar di un altro suo carissimo amico.

Cose che capitano e che un viaggiatore può comprendere senza infastidirsi troppo…ma volendo potete evitarle!

Il Palazzo Reale, il cui vero nome è Phra Borom Maha Ratcha Wang, risale al 1782 e oggi non è più la residenza del Re, ma continua ad essere utilizzato per alcune cerimonie ufficiali e soprattutto continua ad incantare i visitatori con il suo splendore.

Cosa fare a Bangkok in un giorno

Oro!

L’intero complesso di templi e palazzi istituzionali è enorme e una volta al suo interno vi sembrerà di essere in una sorta di cittadella dorata, circondati dai tetti rossi e ‘arricciati’ tipici dell’architettura thailandese e dalle mille statue di Buddha disseminate ovunque. Suggerisco di leggere qualcosa prima e di arrivare preparati per poter apprezzare la visita e capire ciò che avete davanti, ma anche di perdersi un pò, camminando tra i templi e godendo dell’atmosfera magica che si respira, nonostante i numerosi turisti.

Cosa fare a Bangkok in un giorno

Il Palazzo Reale

Il luogo di maggior interesse è la grande statua del Buddha di Smeraldo che si trova all’interno del Wat Phra Kaew, la Cappella Reale ( e l’ennesimo nome di cui non sono riuscita ad indovinare la pronuncia!), ricoperta di vesti in oro che il Re in persona provvede a cambiare tre volte all’anno, al cambio delle stagioni.

Personalmente mi ha colpito di più il Wat Pho, il Tempio del Buddha Sdraiato, una delle statue di Buddha pià grandi della Thailandia…seppur sdraiato, far stare tutti i suoi 46 metri d’altezza dentro la mia macchina fotografica non è stato semplicissimo.

Cosa fare a Bangkok in un giorno

Buddha sdraiato al Palazzo Reale

1 PM Al mercato…

Se siete a Bangkok solo per poco tempo, una delle cose cui non potete rinunciare sono i mercati galleggianti. Io amo andare per mercati quando sono in viaggio perchè credo che siano in qualche modo lo specchio di un paese e mi piace osservare i locali in questo contesto, quindi il mio obiettivo era trovare un mercato galleggiante che non fosse preso d’assalto dai turisti.

Il mercato di Amphawa può essere un ottimo compromesso, soprattutto se non volete incontrare troppi turisti occidentali (io in tre ore ho incontrato solo due allegre signore francesi) come succede nei grandi mercati galleggianti che sono dentro Bangkok.

Amphawa Floating Market

La cittadina di Amphawa dista 50 km da Bangkok quindi con il traffico impiegherete circa un’ora e il mezzo più economico è (sorprendetemente) il taxi: due ore di viaggio tra andata e ritorno, il tassista che ti aspetta sul posto e ti riporta indietro chiedendoti anche se sei sicuro di non volerti trattenere di più, per un totale di 50 euro. Onesto, direi.

Non aspettatevi un posto tranquillo: il mercato è assolutamente sovraffollato e brulicante di turisti asiatici e di locali, tutti avvolti da un mix di odori di cibi di ogni genere che sembrerà non volervi abbandonare neanche al rientro in hotel!

Ah, per cibi si intende letteralmente qualunque cosa possa essere cucinata: gamberi, bocconcini di carne di ogni genere, coni gelato in miniatura, TUTTI gli insetti del mondo caramellati o fritti. Anche se siete schizzinosi come la sottoscritta, nulla potrà trattenervi dall’avvicinarvi ad ogni bancarella per vedere qual’è la specialità della casa…

La cosa migliore da fare ad Amphawa prima di rientrare a Bangkok è un giro in barca sul fiume: vi costerà una manciata di euro e vi regalerà panorami mozzafiato che non dimenticherete, soprattutto verso l’ora del tramonto.

8 PM Pad Thai, please! @ Than Ying Restaurant – Silom Road, Silom, Bang Rak

La scelta del ristorante thai per la cena dipenderà dalla zona della città in cui vi trovate, viste le dimensioni di Bangkok.
Se siete in centro in zona Sathorn, consiglio questo delizioso ristorante immerso in un piccolo giardino, in cui potrete gustare autentiche ricette thailandesi, in un locale raffinato e coccolati dall’estrema gentilezza del personale. Una delle cene migliori dell’intero viaggio.

Caffè con stile @ Than Ying Restaurant

Caffè con stile @ Than Ying Restaurant

10 PM Una notte da leoni…tra le stelle! @ Sirocco Sky Bar – Lebua State Tower, 1055 Silom Road

Alla fine di una giornata così intensa il luogo migliore per rinfrescarsi un pò è il roof top bar più famoso di Bangkok, al 63° piano del Lebua Hotel, nel cuore della città.

Forse l’episodio thailandese del film Una notte da leoni ha accresciuto la fama di questo locale, che in ogni caso non aveva certo bisogno di un film per essere famoso.

Cosa fare a Bangkok in un giorno

Sirocco Sky Bar

Non dovrete vestirvi come per una serata di gala ma è un hotel elegante quindi per salire allo sky bar c’è un minimo di dress code (tradotto: non gradiscono look da turisti, tipo shorts e infradito), e dovrete fare un pò di fila per gli ascensori ma…ne vale assolutamente la pena!

Se non soffrite di vertigini gustatevi un cocktail guardando le mille luci di Bangkok attorno a voi e godetevi la sensazione di essere sul tetto della città. Io non volevo più andare via, solo il vento mi ha convinta a tornare a terra 🙂

Alla prossima avventura!!

Laura

Getmewings

Getmewings

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.